FORMULA 1 E HOLLYWOOD: INTERESSI E PROGETTI SPORTIVI DI RYAN REYNOLDS

Definito come show-business, quando celebrità e personaggi influenti investono nello sport l’impatto mediatico è sempre rilevante. Da Reynolds a Mark Wahlberg, fino a David Beckham, il numero dei soggetti interessati a questi progetti è sempre più in crescita.

Che il mondo sportivo e dell’entertainment fosse attrattivo anche ai non addetti ai lavori era già noto a tutti. Il fatto che le celebrità di Hollywood fossero direttamente coinvolte nell’investimento rappresenta una tendenza in crescita solo negli ultimi anni. La trattativa lampo è avvenuta qualche giorno fa quando una cordata di investitori composta da RedBird Capital Partners, Otro Capital e Maximum Effort Investments decide di acquisire una quota di minoranza del 24% del team francese Alpine, controllato dal gruppo Renault. Si parla di un investimento da circa 200 milioni di euro, che saranno molto utili al team di Enstone per ridurre velocemente il gap con i 4 mostri sacri della Formula 1 Red Bull, Mercedes, Aston Martin e Ferrari. Il mondo della Formula 1, diretto dalla proprietà americana Liberty Media, non ha lasciato nulla di intentato e ha evidenziato sui social network un dettaglio curioso: a far parte della cordata di investitori che rileva un quarto del controllo del gruppo francese c’è anche l’attore canadese naturalizzato americano Ryan Reynolds. La star di Hollywood, nota per la saga Marvel Deadpool e per la relazione con l’attrice Scarlett Johansson, non è nuova ad interessi e progetti sportivi. Grande appassionato di calcio, è già co proprietario del Wrexham Football Club, squadra che milita nella quarta serie professionistica inglese.
Reynold però non è l’unico e l’ultimo personaggio famoso all’interno del contesto Hollywoodiano ad essere personalmente coinvolto in questa operazione milionaria. A far parte del gruppo ci sono anche i nomi di Michael B. Jordan e Rob McElhenney. Il primo è noto per il ruolo di Adonis Creed nello spin-off di Rocky, mentre il secondo è famoso per la creazione della Sitcom statunitense “C’è sempre il sole a Philadelphia” (It’s Always Sunny in Philadelphia) nella quale figura anche come attore. Il matrimonio tra Formula 1 e Hollywood sembra sempre più coinvolgente e lascia spazio a nuove strade percorribili unite da mondi e contesti diversi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.