ARTISSIMA 2022 PER UN COLLEZIONISMO SEMPRE PIU’ ATTENTO ALLA RICERCA

Giovedì scorso ha inaugurato Artissima Internazionale d’Arte Contemporanea di Torino che si tiene dal 4 al 6 novembre 2022

L’atteso appuntamento con la ventinovesima edizione della fiera, l’unica in Italia esclusivamente dedicata all’arte contemporanea, per il primo anno diretta da Luigi Fassi, è allestito nei luminosi spazi dell’Oval di Torino accolgono le quattro sezioni consolidate della fiera – Main Section, New Entries, Monologue/Dialogue e Art Spaces & Editions – e le tre sezioni curate – Disegni, Present Future e Back to the Future – con la partecipazione di 174 gallerie italiane e internazionali di cui 35 progetti monografici. Le gallerie di Artissima 2022 provengono da 28 Paesi e 4 continenti, con 42 gallerie che partecipano per la prima volta.

Artissima 2022 si caratterizza di iniziative specifiche a conferma della sua unicità nel panorama culturale europeo e della sua capacità di attrarre gallerie, artisti, collezionisti e curatori tra i più interessanti a livello internazionale, con la promessa, sempre mantenuta, di una fiera sperimentale, di ricerca e cutting-edge.

Riconosciuta a livello internazionale per l’attenzione alle pratiche sperimentali e come trampolino di lancio per artisti emergenti e gallerie di ricerca, Artissima è un appuntamento unico che attrae ogni anno un pubblico selezionato di collezionisti, professionisti del settore e appassionati. La fiera si riconferma a ogni edizione come la preferita da curatori, direttori di istituzioni, fondazioni d’arte e patron di musei di tutto il mondo, coinvolti a vario titolo nel suo programma.

La vitalità di Artissima e la sua forza innovatrice continuano a riverberarsi sulla città grazie alla collaborazione attiva con numerose istituzioni pubbliche, musei, fondazioni, gallerie e catalizzando i progetti culturali del territorio piemontese.

Il tema scelto per l’edizione di Artissima 2022 è Transformative Experience, concetto elaborato dalla filosofa americana L. A. Paul (docente di Filosofia e Scienze Cognitive alla Yale University) nell’omonimo saggio pubblicato nel 2014 dalla Oxford University Press. Secondo Paul, un’esperienza trasformativa è capace di modificare radicalmente la persona che la vive, mettendone in crisi le aspettative prefigurate razionalmente e aprendo prospettive verso l’ignoto.

Artissima vede inoltre in collaborazione con aziende partner, quattro premi per artisti e gallerie: il Premio illy Present Future, il Premio FPT for Sustainable Art, il Premio VANNI occhiali #artistroom e il Premio Tosetti Value per la fotografia. A questi si aggiungono due riconoscimenti in memoria di figure di spicco del mondo dell’arte: il Matteo Viglietta Award, promosso dalla Collezione La Gaia e il Carol Rama Award, promosso dalla Fondazione Sardi per l’Arte; e quattro supporti ad artisti e gallerie promossi dalle fondazioni e istituzioni che hanno confermato o iniziato il rapporto con la fiera: OGR Award di Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT, “ad occhi chiusi…” della Fondazione Merz, ISOLA SICILIA 2022 di Fondazione Oelle e il Premio Ettore e Ines Fico del MEF Museo Ettore Fico di Torino. Tutti gli artisti vincitori saranno selezionati da giurie internazionali.

Ma anche un’ edizione che propone progetti speciali con le Fondazioni:

Progetto A Sud nasce dalla volontà di Artissima di valorizzare l’attività di fondazioni e istituzioni artistiche provenienti dalle aree meridionali e insulari d’Italia, per contribuire a rafforzare l’attenzione sul bacino mediterraneo come luogo di elaborazione artistica e incubatore di nuove prospettive creative. Le fondazioni partecipanti al progetto A Sud sono: Fondazione Merz@ZACentrale, Fondazione Oelle e Fondazione Paul Thorel.

Commento di Cristina Rossello: “Questa edizione rappresenta un momento di trasformazione e rilancio per l’arte contemporanea dopo anni di rallentamento a causa della pandemia. La presenza ad Artissima 2022 di molte gallerie straniere testimonia una sinergia con il nostro Paese e una nuova occasione per presentare la cultura con un ruolo cruciale per i prossimi anni anche in campo istituzionale.  Un modello condivisibile per essere utile e sostenibile nei confronti anche di un collezionismo sempre più ampio e attento alla ricerca e con una visione critica in continua evoluzione.

L’organizzazione di Artissima è curata da Artissima srl, società della Fondazione Torino Musei, costituita nel 2008 per gestire i rapporti artistici e commerciali della fiera. Il marchio di Artissima appartiene a Città di Torino, Regione Piemonte e Città Metropolitana di Torino. La ventinovesima edizione di Artissima, per la prima volta patrocinata dal Ministero della cultura, viene realizzata attraverso il sostegno dei tre Enti proprietari del marchio, congiuntamente a Fondazione CRT, Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT, Fondazione Compagnia di San Paolo e Camera di commercio di Torino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.