DALLE COLLEZIONI MARCILLE E ROTHSCHILD IN ASTA L’OPERA “LE MELON BEGIN” DI CHARDIN

“Chardin ci chiede di prenderci il nostro tempo, di guardare lentamente i suoi dipinti.” Pierre Rosenberg, 1979

Le Melon Begin è una delle opere più importanti dell’artista che rimane in mani private. Per Pierre Etienne, direttore internazionale dei dipinti antichi di Christie’s, “Le melon iniziata è un esempio di pura poesia pittorica, un momento sospeso nel tempo che racchiude tutta la magia di Chardin: l’equilibrio tra composizione, luce, colore e forma”. Il dipinto fu esposto per la prima volta al Salon annuale tenuto dall’Académie de Peintures et de Sculptures nel 1761, insieme al suo pendente, Le bocal d’abricots, (ora alla Art Gallery of Ontario, Toronto) e al famoso Panier de Fraises, acquisito nel febbraio 2024 dal Louvre.

Commento di Cristina Rossello: Il collezionismo d’arte è un fenomeno che risale all’antichità e si riferisce all’abitudine, da parte di privati, singoli o famiglie, di raccogliere opere d’arte spesso per arricchire la propria collezione, un fenomeno del mecenatismo inteso come sostegno e patrocinio di attività artistiche e culturali che si conclude spesso entrando nel mercato dell’arte. L’opera di Chardin è di grande interesse per valorizzare sia un patrimonio privato che pubblico, c’è solo da attendere giugno per di conoscere quale sarà il suo fine.

Opera in copertina: Jean Siméon CHARDIN (Parigi, 1699-1779), Le melon begin, 1760, Tela ovale, 57×52 cm Stima: € 8.000.000 – 12.000.000 © Christie’s images limited

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.