COLLEZIONISMO: CORSA ALL’ORO PER LA MAGLIA INDOSSATA DA MICHAEL JORDAN NEL 1985

Correva l’anno 1985 quando Michael Jordan, ai tempi un ragazzo di soli 22 anni, fece un tour europeo per promuovere le prime Air Jordan, e fu proprio in quel di Trieste che giocò una partita amichevole con la magia della Stefanel, contro la Juve Caserta.

La maglia indossata in quel match memorabile, autografata dal Presidente Stefanel, oggi viene messa all’asta da Sotheby’s, in quella che si prevede come una vera e propria corsa all’oro del basket. Nell’agosto 1985 Michael Jordan non era ancora leggenda ma dopo una sola stagione con la maglia dei Chicago Bulls, le voci sul suo futuro da fuoriclasse del basket si facevano sempre più frequenti. Già sotto contratto con Nike, il talento uscito da North Carolina fu mandato dallo sponsor in giro per l’Europa per promuovere il primo modello di Air Jordan. Una delle tappe fu la città di Trieste, dove MJ disputò un match di esibizione, che poi divenne storia, in maglia Stefanel. Oltre ai 41 punti ciò che impressionò maggiormente gli spettatori fu una sua clamorosa schiacciata che mandò in frantumi il tabellone.

Finito il match, l’allora Presidente Giuseppe Bepi Stefanel, si fece autografare e dedicare la maglia numero 23 usata da Jordan.

Quella stessa maglia è stata messa in vendita due settimane fa dalla celebre casa d’aste Sotheby’s che ha fissato il prezzo di partenza in ben 420 mila dollari ed è di pochi giorni fa la notizia che un venditore anonimo ha acquisito la casacca per 571.500 dollari. Una cifra straordinaria e fuori da ogni logica normale di mercato considerato che si parla di una maglia indossata in una partita amichevole. Il brand MJ è senza tempo, come lo dimostra la notizia che la famosa scarpa Air Jordan 1 High 85’ Bred tornerà in commercio nella primavera del 2025 dopo 40 anni dalla sua prima uscita sul mercato. I primi anni che MJ iniziò a lavorare con Nike, le sue scarpe erano solo rosse e nere. Ogni volta che le indossava, veniva multato di 5000 dollari a partita, per via delle leggi sulla percentuale di colore bianco che doveva essere presente nel modello di sneaker da partita.


Invece di arrendersi, Nike decise di pagare ogni singola multa ma questo si trasformò in una delle più grandi campagne di marketing di sempre, facendo guadagnare alle Bred il soprannome di Banned. Dal 1985 sono quasi passati 40 anni e nel 2025 torneranno in commercio le celebri scarpe che hanno reso leggendario il mito di Michael Jordan, Saranno certamente disponibili presso gli store Nike di tutto il mondo ad un prezzo di circa 170 euro, il cui valore potrebbe triplicarsi in caso di resell da parte dei fans.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.