FILANTROPIA E MECENATISMO : AL VIA IL TAVOLO DI LAVORO PER VALORIZZARE IL PATRIMONIO ITALIANO IN UNA CONDIVISIONE PUBBLICO-PRIVATO

Si è tenuto a Roma presso Camera dei Deputati, Sala del Cenacolo in  Campo Marzio, un incontro istituzionale promosso dall’ Intergruppo Parlamentare del Patrimonio Italiano presieduto dall’Avv. patrimonialista  On.le Cristina Rossello.

L’incontro ha visto un’importante e significativa partecipazione delle più importanti realtà pubbliche e associative del panorama italiano della cultura, della salvaguardia e della promozione del patrimonio italiano, che durante la mattinata di lavoro hanno avuto l’opportunità di presentare le proprie attività, le finalità statutarie e i programmi futuri.

Cristina Rossello nella sua relazione di presentazione – dopo i saluti e l’introduzione a cura del Prof. Ivan Drogo Inglese Segretario Generale dell’Intergruppo – ha sottolineato l’importanza dei due temi posti nel titolo “Filantropia e Mecenatismo per valorizzare il Patrimonio Italiano” considerati importanti strumenti per la promozione, la salvaguardia, la tutela e la valorizzazione del patrimonio del nostro Paese. Inoltre ha precisato che questo momento vuole essere un primo appuntamento di confronto per una condivisione futura fra Pubblico e Privato. Infatti seguirà la programmazione di un secondo evento a Milano (per il Nord) e un’altro in una città del Sud ancora da definire.

Un nuovo progetto atto a coinvolgere l’intero Paese e conoscere le diverse necessità territoriali al fine che queste possano essere valorizzate nel rispetto delle caratteristiche storiche e sociali di ogni luogo

L’Intergruppo Parlamentare del Patrimonio Italiano raggruppa oggi oltre trenta parlamentari (il 5% dei componenti del Parlamento) tra deputati e senatori, ed è nato per monitorare e sostenere le iniziative che riguardano il patrimonio architettonico, artistico, culturale, monumentale e storico italiano. Presidente è l’On. Cristina Rossello, deputata alla Camera ma anche considerata tra i più importanti avvocati patrimonialisti italiani.
Mentre il Segretario Generale è invece un tecnico esterno Ivan Drogo Inglese, rappresentante di interessi del patrimonio presso la Camera dei Deputati nonchè presidente dell’ente del patrimonio italiano. Infine, il Presidente onorario è il Prof. Giuliano Urbani, già Ministro dei Beni Culturali proprio nel periodo in cui entrò in vigore la legge 42/2004, ovvero il Codice dei Beni Culturali.

Si sono succeduti gli interventi uno a uno dei maggiori rappresentanti istituzionali ed esattamente:

  • Michela Addis – Consigliere del Distretto Tecnologico Beni e Attività Culturali del Lazio
  • Michele Campisi Segretario Generale di Italia Nostra
  • Jennifer Copithorne Manager di Iccrom International Centre Study Preservation Cultural Property
  • Roberto Capobianco Presidente di Conflavoro
  • Roberta Caragnano Segretario Generale degli Stati Generali del Patrimonio Italiano
  • Enzo Medardo Costantini Presidente Commissione Restauro degli Stati Generali del Patrimonio Italiano
  • Luca Fegatelli Direttore Cultura della Regione Lazio
  • Chiara Franchi Pierucci Vice Presidente di Mecenati Roma Heritage
  • Giampaolo Letta Presidente Gruppo Cultura di Unindustria
  • Costanza Miliani Direttore dell’Istituto di Scienze del Patrimonio Culturale – Cnr
  • Matteo Morbidi Heritage & Philanthropy Director di Bulgari
  • Francesco Napoli Vice Presidente di Confapi
  • Roberto Natale Direttore Sostenibilità Rai
  • Fiorello Primi Presidente de I Borghi Più Belli d’Italia
  • Vincenzo Santoro Responsabile Dipartimento Cultura e Turismo di Anci
  • Francesco Spano Segretario Generale della Fondazione Maxxi
  • Michaela Stagno d’Alcontres Marullo Presidente dell’Istituto Italiano dei Castelli
  • Claudio Strinati Segretario Generale Accademia Nazionale di San Luca
  • Fabio Tagliaferri Presidente e Amministratore Delegato di Ales
  • Ferdinando Toscano Responsabile Relazioni Istituzionali della Fondazione Roma
  • Massimiliano Vavassori Direttore Relazioni Istituzionali Touring Club Italiano
Al termine la Presidente Cristina Rossello ha ringraziato tutti per la costruttiva e fattiva partecipazione. Gli ospiti presenti, alla luce della loro importante adesione e disponibilità, saranno coinvolti  nel Comitato d’Onore della Commissione con i loro spunti e le loro riflessioni. In programma per i prossimi incontri progetti  innovativi di comunicazione e tecnologia con occhio di riguardo anche alla sostenibilità e allo sviluppo delle applicazioni di Intelligenza Artificiale. L’intenzione è avvicinare un pubblico internazionale per consentire una diversa e migliore fruizione di un patrimonio culturale unico al mondo come quello italiano.

 

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.