DA PARIGI A MILANO IL “CALLAS DAY” NEL CENTENARIO DELLA SUA NASCITA

Si è tenuta a Parigi, all’Hotel de Galliffet sede dell’Istituto Italiano di Cultura di Parigi la conferenza stampa di presentazione del programma Callas 100, un omaggio della città di Milano a Maria Callas nel centenario della sua nascita. In collaborazione con Teatro alla Scala, Gallerie d’Italia e Piccolo Teatro di Milano

interventi di Antonio Calbi | Direttore dell’Istituto Italiano di Cultura di Parigi; Tommaso Sacchi | Assessore alla Cultura del Comune di Milano; Paolo Besana | Capo Ufficio Stampa Teatro alla Scala di Milano; Claudio Longhi | Direttore Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa

Il 2 dicembre, per celebrare questo centenario, Milano ha pensato di organizzare un “Callas Day” con vari eventi al Teatro alla Scala, l’ingresso gratuito alle Gallerie d’Italia e la possibilità di visitare il Teatro alla Scala. un “Callas Day” con vari eventi al Teatro alla Scala, l’ingresso gratuito alle Gallerie d’Italia e una serata di letture al Piccolo Teatro e una serata di letture al Piccolo Teatro.

In occasione del centenario della nascita di Maria Callas, il Comune di Milano, in collaborazione con il Teatro alla Scala, le Gallerie d’Italia e il Piccolo Teatro di Milano, propone un programma di iniziative dedicate al grande soprano, che si protrarrà fino alla fine di aprile 2024.

Il programma Callas 100 riunisce una serie di eventi per ripercorrere la vita e rendere omaggio all’eredità musicale di questa eccezionale artista, fortemente legata alla città di Milano. Maria Callas (1923-1977) ha lasciato un segno indelebile nella storia dell’Opera e della città. Negli anni Cinquanta e Sessanta, l’artista ha interpretato alla Scala capolavori memorabili, confermando la posizione di Milano come capitale mondiale dell’opera. Al di là della sua straordinaria carriera, la Callas divenne un’icona del XX secolo e giocò un ruolo fondamentale nel riaffermare l’identità di Milano come centro culturale e stilistico.

Tra le principali iniziative del programma Callas 100, dal 17 novembre al 30 aprile 2024, la mostra “Fantasmagoria Callas” sarà ospitata per tutto questo periodo nelle sale del Museo del Teatro alla Scala (a cura di Francesco Stocchi, regia di Margherita Palli). Nel 2017, in occasione del cinquantesimo anniversario della sua morte, il Teatro alla Scala e il Museo hanno organizzato la mostra “Maria Callas in scena – Gli anni della Scala”, che raccoglieva costumi, bozzetti, immagini e testimonianze dell’artista all’apice della sua attività scenica. Questo nuovo omaggio si concentra sulla traccia che la Callas ha lasciato nell’immaginario degli artisti di oggi.

Lo spettatore è accolto da alcuni costumi indossati dal grande soprano, tra cui uno dipinto a mano da Salvatore Fiume nel 1953: un primo segno concreto della seduzione che La Callas avrebbe esercitato sul mondo dell’arte, poi della letteratura e del cinema. Due foto dell’artista allo specchio aprono e chiudono una mostra che presenta l’immagine di La Callas attraverso il filtro delle interpretazioni dei cinque artisti coinvolti: ognuna delle cinque sale della mostra è dedicata a un artista che rappresenta la sua disciplina: la moda di Giorgio Armani, con un abito che tenta di dare forma a una voce; la musica contemporanea di Alvin Curran, con una rielaborazione di registrazioni storiche; la musica e l’arte contemporanea di Francesco Vezzoli e Latifa Echakch, con un’esposizione delle opere degli artisti coinvolti nel progetto. Il cinema di Mario Martone, con un cortometraggio interpretato da Sonia Bergamasco sulla fascinazione del grande soprano per Ingeborg Bachmann.

Le Gallerie d’Italia di Intesa Sanpaolo a Milano ospiteranno la mostra “Maria Callas. Ritratti dall’archivio Publifoto Intesa Sanpaolo” (9 novembre 2023 – 18 febbraio 2024), curata da Aldo Grasso. Le 91 immagini esposte – che abbracciano gli anni dal 1954 al 1970 – faranno rivivere il prezioso patrimonio delle numerose stampe d’epoca dell’archivio Publifoto Intesa Sanpaolo. La mostra presenterà anche una serie di immagini più personali di Maria Callas nella sua vita quotidiana “fuori dal palcoscenico”. Si aprirà e si chiuderà con due fotografie scattate all’interno del Teatro alla Scala: la prima, datata 1 dicembre 1954, la ritrae con i tre grandi direttori d’orchestra Arturo Toscanini, Victor De Sabata e Antonino Votto dopo una prova de “La Vestale”; l’ultima risale al 7 dicembre 1970, quando tornò alla Scala come spettatrice, accanto a Wally Toscanini.

La Chiesa di San Gottardo in Corte, cappella del Palazzo Reale di Milano, ospita la mostra “Maria Callas. La voce e l’amuleto”. Il pezzo forte è un dipinto del XVIII secolo attribuito al pittore veronese G.B. Cignaroli, conservato in una scatola di velluto rosso. Il dipinto, raffigurante la Sacra Famiglia, fu regalato da Gian Battista Meneghini a Maria Callas alla vigilia del suo debutto all’Arena di Verona il 1° agosto 1947. Meneghini, che sarebbe diventato il suo primo e unico marito, le fece questo prezioso regalo, che la Callas portò con sé ad ogni spettacolo e senza il quale non andò mai in scena. L’opera principale è accompagnata da una testimonianza di Giovanna Lomazzi e da un testo critico di Annarita Briganti, curatrice della mostra. Raramente esposto al pubblico, questo piccolo dipinto su legno – dono speciale alla città di Milano in occasione del suo centenario – offre un’occasione unica per conoscere la vera Maria Callas.

La Biblioteca Sormani allestisce la mostra “Callas Voce Assoluta | La Divina in Sormani”, attingendo al ricco patrimonio delle sue collezioni. Dal 24 novembre al 9 dicembre, nell’atrio della biblioteca, saranno esposti alcuni dei vinili più ricercati, tra cui le storiche registrazioni dal vivo effettuate al Teatro alla Scala tra il 1951 e il 1958. Saranno inoltre disponibili in prestito libri, CD e DVD sulla Callas. Infine, il video “Callas, Voce Assoluta” traccerà il profilo dell’artista attraverso le principali tappe della sua carriera.

A dicembre anche la biblioteca della stazione metropolitana di Porta Venezia renderà omaggio a Maria Callas, con una selezione di libri, CD e DVD a lei dedicati. Maria Callas con un’accurata selezione di libri, cd e dvd pensata per farla conoscere meglio e al pubblico non appassionato di musica.

Il 2 dicembre, giorno del compleanno di Maria Callas, si celebra il “Callas Day”: la giornata inizierà al Teatro alla Scala con la proiezione del documentario “MyCallas” di Roberto Dassoni (ore 17.30). Realizzato in occasione del centenario, questo affascinante documentario offre un ritratto intimo e affascinante della celebre cantante, con testimonianze esclusive di chi l’ha conosciuta e ha lavorato con lei.

In occasione del “Callas Day”, le Gallerie d’Italia Intesa Sanpaolo di Milano apriranno gratuitamente le porte ai visitatori per tutta la giornata, offrendo visite guidate alla mostra “Maria Callas. Ritratti dall’archivio Publifoto Intesa Sanpaolo”.

La giornata si concluderà al Piccolo Teatro di Milano (Teatro Grassi) alle 20.30, con una serata dedicata alla voce dell’amore. Partendo da un “dettaglio” emblematico – l’incontro tra Pasolini e Maria Callas sul set di Medea – il suggestivo “teatro” della loro quotidiana convivenza: Concita De Gregorio, insieme ad altri ospiti, indagherà nei recessi del non detto e dei gesti mancati, tessendo una rete di storie e ricordi per riflettere sull’universo sempre sfuggente della passione e della sua incarnazione.

Commento di Cristina Rossello: Maria Callas è stata la più grande cantante lirica di tutti i tempi. La sua abilità di interpretare tutti i ruoli portati sul palco come se fossero solo i“suoi”. La sua splendida e grande carriera è stata però punteggiata anche da momenti difficili, interpretazioni lasciate a metà, ritiri e ritorni vissuti da grande “Donna”  degna del vissuto delle eroine da lei impersonate.  Questa omaggio milanese “Callas Day” è qualcosa che va oltre ad una celebrazione e con Milano, Maria Callas consacra ulteriormente il suo mito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.